Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni

SettimanaAlpina "Le Alpi e la gente": abbiamo bisogno di intelligenza sociale

14/12/2016

L'associazione "Città alpina dell'anno" ha preso parte all'organizzazione della SettimanaAlpina, che si è svolta dall'11 al 15 ottobre a Grassau, in Germania, sul tema delle persone e le loro relazioni con le Alpi. Al centro delle discussioni sono stati in particolare i temi della migrazione e della partecipazione giovanile, oltre alla politica urbanistica per una migliore qualità della vita.

Si procede solo insieme e a piccoli passi: questa consapevolezza di fondo è emersa da diverse discussioni nel corso della 4ª SettimanaAlpina. Harald Welzer, della fondazione Futurzwei, punta ad esempio alle relazioni sociali e ai processi, come ha sottolineato nell'intervento di apertura della conferenza internazionale all'insegna del motto "Le Alpi & la gente": "Abbiamo bisogno di intelligenza sociale, non di intelligenza tecnica".
Secondo lo storico Bernhard Tschofen, dell'Università di Zurigo, occorre superare la cesura tra Alpi e territorio circostante, tra città e aree rurali, tradizione e modernità nonché tra immigrati e nativi del posto. Sandrine Percheval, dell'organizzazione francese Adrets, e Anne Lassman-Trappier, di Environn'Mont Blanc, hanno delineato le differenti condizioni presenti in questi ambienti di vita.

La "Città alpina dell'anno" concentra l'attenzione su una politica urbanistica sostenibile
Oltre all'Assemblea dei soci, l'associazione "Città alpina dell'anno" ha dedicato diverse iniziative al tema della pianificazione urbana per una migliore qualità della vita degli abitanti e per la conservazione delle superfici non edificate. Nella sessione "Aree da riqualificare nelle Città alpine" si è discusso delle possibilità di trovare nuove destinazioni d'uso per aree ed edifici abbandonati e di densificazione urbana a partire dal modello svizzero dei quartieri multifunzionali. Nell'ambito dell'evento inaugurale del progetto "Tour des Villes", tutte le città presenti hanno potuto esprimere le loro aspettative rivolte al progetto.
Tolmezzo, Tolmin, Idrija e Sonthofen si impegnano in questo progetto. Essi organizzeranno visite e seminari per approfondire diversi aspetti legati alla riqualificazione delle aree abbandonate urbane, delle aree e degli edifici non utilizzati, tenendo conto in particolare della partecipazione dei cittadini, dei diritti e degli interessi dei proprietari, così come delle peculiarità storiche degli edifici e dell'identità alpina. Nel corso del progetto inoltre, nel 2017 e nel 2018, verranno discussi metodi per lo sviluppo di nuove idee fattibili per la programmazione di misure di risanamento e possibilità di finanziamento.

Scambio fruttuoso tra le generazioni
Tra i 400 partecipanti da tutti gli Stati alpini è stata numerosa la componente di giovani. "Alla SettimanaAlpina siamo stati una componente attiva, non un elemento decorativo", afferma Luzia Felder dall'Entlebuch /CH e membro della Consulta giovani della CIPRA International. Quest'anno è stato molto diverso. "Siamo stati una parte integrante della manifestazione, abbiamo potuto porre domande e siamo stati ascoltati". Anche per Markus Reiterer, segretario generale del Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi, il confronto è stato ricco di spunti: "È più facile essere coraggiosi e propositivi se ci si confronta con i giovani".

Anche la Convenzione delle Alpi si avvicina alle persone
All'interno della SettimanaAlpina si è svolta la 14ª Conferenza delle Alpi. Barbara Hendricks, ministra tedesca dell'ambiente, si è impegnata a fondo in occasione di questo evento. Sotto la sua Presidenza i ministri dell'ambiente hanno approvato il programma di lavoro pluriennale per gli anni dal 2017 al 2022. Porre l'accento sulle persone e la cultura è uno dei temi prioritari.
L'Austria, che a Grassau ha assunto la Presidenza succedendo alla Germania, stabilisce un'ulteriore priorità in ambito culturale proponendosi nei prossimi due anni di rafforzare il ruolo della donna nelle regioni di montagna. Altre priorità poste dall'Austria sono i trasporti e la mobilità, l'agricoltura e il bosco di montagna, la protezione della natura, l'acqua, il cambiamento climatico, l'energia e i pericoli naturali. Su quest'ultimo argomento verrà pubblicata una Relazione sullo stato delle Alpi.

La SettimanaAlpina è stata organizzata dalla CIPRA, l'ISCAR, l'associazione "Città alpina dell'anno", la Rete di comuni "Alleanza nelle Alpi", Club Arc Alpin, il Segretariato generale della Convenzione delle Alpi, il Programma Interreg Spazio alpino e da Ökomodell Achental, con il sostegno economico del Ministero tedesco per l'ambiente, la protezione della natura e la sicurezza dei reattori e del Ministero per l'ambiente e la sicurezza dei consumatori della Baviera. Per maggiori informazioni, vedasi qui: http://alpweek.org/2016/it/welcome/welcome/

Gap Chambéry Brig-Glis Sondrio Sonthofen Herisau Trento Bolzano Bad Reichenhall Bad Aussee Belluno Villach Maribor Idrija Annecy Lecco Chamonix Tolmin Tolmezzo karte_alpen.png

 

 

 

 
Strumenti personali