Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni

Mobili verso il futuro

30/04/2015

Le Città alpine dell'anno si sono riunite a Chamonix-Mont-Blanc a metà aprile, hanno discusso di trasporto ferroviario, ciclistico e di gestione della mobilità aziendale. Alcuni esempi all'avanguardia di mobilità sostenibile.

È l'unico mezzo di trasporto pubblico ad essere puntuale anche in caso di neve: il piedibus. A Lecco/I attualmente circa la metà degli alunni della scuola elementare, più o meno 700 bambini, vanno a scuola a piedi accompagnati da adulti seguendo percorsi prestabiliti. Ciò fa bene alla salute dei bambini e toglie 500 auto dalle strade. Il progetto ha avuto successo anche perché la città dimostra di apprezzare l'impegno dei volontari, ad esempio offrendo loro un panettone per Natale.

Scambio di esperienze attraverso le frontiere
Piedibus è solo uno dei buoni esempi di mobilità sostenibile che sono stati presentati all'Assemblea dei soci dell'associazione "Città alpina dell'anno" a Chamonix. La città di Sonthofen/D mette alcune biciclette a disposizione gratuita dei visitatori. Le biciclette provengono dall'ufficio oggetti smarriti, vengono tenute in ordine dalla città e sono molto apprezzate. I costi per il comune ammontano a 50 euro per bicicletta all'anno, per i materiali di ricambio e la manodopera. In un business park ad Annecy/F si cerca invece di adattare le linee e gli orari dei bus urbani alle esigenze dei lavoratori. A tale scopo servono soprattutto tempo, perseveranza e il supporto di esperti.

Coraggio, tecnologia e comfort - gli elementi di una ricetta di successo
La Val Venosta/I e Chamonix/F hanno entrambe una ferrovia regionale. A Chamonix sono in corso interventi di riqualificazione, in Val Venosta la linea ferroviaria è stata rinnovata ed è in funzione dal 2005 e rappresenta ormai un successo consolidato. Essa ha numerose fermate con brevi tempi di arresto ed è molto confortevole: accesso senza barriere, tecnologie efficienti ed economiche, oltre a stazioni curate e gradevoli, affidate alla cura dei rispettivi comuni - condizioni che hanno reso la ferrovia molto apprezzata. Chamonix, Città alpina dell'anno 2016, si propone di seguire l'esempio sudtirolese: nei prossimi anni saranno investiti nella linea 100 milioni di euro, aumenterà la frequenza dei passaggi dei treni e la valle farà così un passo avanti verso la neutralità climatica.

Gap Chambéry Brig-Glis Sondrio Sonthofen Herisau Trento Bolzano Bad Reichenhall Bad Aussee Belluno Villach Maribor Idrija Annecy Lecco Chamonix Tolmin Tolmezzo karte_alpen.png

 

 

 

 
Strumenti personali