Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni

Presupposti

AlpenstadtL'idea di avviare l'iniziativa "Città alpina dell'anno" è nata inizialmente da Gerhard Leeb di Villach/A. La motivazione di partenza era di sviluppare modelli sostenibili volti ad armonizzare lo straordinario ambiente naturale delle Alpi, le attività economiche e la vita urbana. Uno degli obiettivi principali consisteva nel cercare di attuare concretamente il trattato internazionale della Convenzione delle Alpi e nel sensibilizzare i politici e i cittadini per lo sviluppo sostenibile del loro territorio.

Nel 1997 si è sviluppato il progetto „Città alpina dell’anno“ e nello stesso anno è stato assegnato il titolo per la prima volta alla città di Villach per due anni. La città di Villach ha poi assunto negli anni successivi l’amministrazione delle Città alpine dell’anno. Poiché i compiti diventavano sempre più complessi, nel 2003 è stato costituito il Comitato per la “Città alpina dell’anno” e il lavoro è stato così professionalizzato. Per motivi giuridici, nel novembre 2006, il Comitato è stato convertito nell’Associazione Alpenstadt des Jahres e.V. - Ville des Alpes de l'Année - Città alpina dell'anno - Alpsko mesto leta. È un'associazione con sede legale a Bad Reichenhall / D.

I punti chiave dell'attività dell'associazione Città alpina dell'anno consistono nel fornire supporto e sostegno alle rispettive "Città alpine dell'anno" nello sviluppo di progetti e nell'organizzazione del programma, così come nelle attività di formazione e informazione sugli obiettivi della Convenzione delle Alpi. Occorre inoltre promuovere lo scambio di informazioni tra le "Città alpine dell'anno", nonché sviluppare e completare i progetti di cooperazione.

Gap Chambéry Brig-Glis Sondrio Sonthofen Herisau Trento Bolzano Bad Reichenhall Bad Aussee Belluno Villach Maribor Idrija Annecy Lecco Chamonix Tolmin Tolmezzo karte_alpen.png

 

 

 

 
Strumenti personali