Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni

Patto dei sindaci

Il Patto dei sindaci è un’iniziativa europea i cui membri si impegnano ad aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti rinnovabili. I firmatari del Patto sono città e comuni d’Europa. L’obiettivo che essi stessi si sono posti è di superare gli orientamenti di politica energetica dell’UE per la riduzione delle emissioni di CO2 del 20% entro il 2020.
L’associazione Città alpina dell’anno è dal 2012 sostenitrice ufficiale del Patto dei sindaci. Essa riconosce pertanto il Patto dei sindaci quale importante strumento dei comuni in materia di difesa del clima, promuove lo scambio di informazioni tra le città aderenti al Patto dei sindaci e le città alpine e incoraggia i propri membri a mettere in pratica gli obiettivi del Patto.
Le Città alpine dell’anno Chambéry, Annecy, Bolzano, Idrija e Sonthofen hanno già sottoscritto il Patto dei sindaci. Prossimamente aderirà Bad Reichenhall. Queste città hanno tra l’altro redatto un piano d’azione per l’energia sostenibile ed elaborato misure concrete per definire come ridurre le proprie emissioni di CO2.
Per l’associazione e i suoi membri, l’adesione al Patto dei sindaci è un elemento essenziale della propria politica climatica: le Città alpine dell’anno si impegnano, in particolare con il progetto Alpine Space Alpstar, per fare delle Alpi una regione modello climaneutrale entro il 2050.

Rapporto sulle attività dei sostnitori nel 2013 (en)

Le Città alpine sostengono il Patto dei sindaci

Le Città alpine chiedono il limite di 30 km/h

Gap Chambéry Brig-Glis Sondrio Sonthofen Herisau Trento Bolzano Bad Reichenhall Bad Aussee Belluno Villach Maribor Idrija Annecy Lecco Chamonix Tolmin Tolmezzo karte_alpen.png

 

 

 

 
Strumenti personali